<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=703708&amp;fmt=gif">

Componenti dell'oleodinamica: guida alla digitalizzazione

25/07/2019 da HYDAC, pubblicato in Digitalizzazione dell'oleodinamica

Componenti dell'oleodinamica: guida alla digitalizzazione

Posted by HYDAC on 25/07/2019

Nel mondo, al giorno d'oggi, non esiste una macchina o un veicolo che possa funzionare senza la potenza del fluido - idraulica e pneumatica - per fornire la forza e la coppia necessarie ovunque siano richiesti movimenti lineari, rotatori o combinati. 

Ciò che l'IoT, o l'Industria 4.0, può fare per il settore dell'oleodinamica e dei suoi componenti è assicurare che la tecnologia rimanga rilevante per i decenni a venire, garantendo che il mondo all'interno della fabbrica sia sempre al passo con quello esterno.

Per questo, le novità del settore sono innumerevoli ed è fondamentale tenersi aggiornati, innovando costantemente i propri impianti e macchinari. 

In questo articolo troverai tutto ciò che c'è da sapere su Industry 4.0, i componenti dell'oleodinamica e il trattamento del fluido idraulico.  

 

Una panoramica sulla Quarta Rivoluzione Industriale (o Industria 4.0)

Il trattamento del fluido idraulico


Una panoramica sulla Quarta Rivoluzione Industriale

Industria 4.0 in breve: passaggi e parole chiave

mofu_digitalizzazione

Industria 4.0: cos'è? Quali sono le tecnologie abilitanti di questa rivoluzione? Le innovazioni riguardano l'integrazione e l'inter-connessione di strumentazione, apparecchiature elettroniche, protocolli di comunicazione come IO-LINK, sensori, tool di analisi dei dati e HMI (Human Interface). Tutto questo conduce anche alla nascita delle ormai note Smart Factory: imprese a elevatissimo know-how contraddistinte dalla crescente automazione, integrazione di sistemy cyber-fisici nei sistemi industriali, dalla comunicazione machine to machine (M2M), dalla digitalizzazione e informatizzazione dell'intero processo industriale. 

La fabbrica intelligente è innanzitutto una fucina di dati proveniente da ogni snodo dell’impianto. La grande disponibilità di dati e la correlata capacità di lettura ed analisi costituiscono anche una risorsa verso la digitalizzazione dell'oleodinamica per qualsiasi azienda poiché consentono di ottimizzare i processi in termini di: riduzione dei costi operativi, flessibilità produttiva, Life Cycle Cost Management, efficienza energetica, ottimizzazione delle tempistiche, raccolta dati ai fini della sicurezza e incremento della produttività.

Leggi l'articolo completo >

    

Industria 4.0: i cambiamenti previsti dalla Legge di Bilancio

industria-4.0La Legge di Bilancio 2019, anche conosciuta come Piano Industria 4.0, introduce degli argomenti di cui abbiamo molto sentito parlare. In particolare, il maxiemendamento fa riferimento ad una serie di agevolazioni fiscali come super e iper ammortamento. 

La legge è stata ritoccata in termini di incentivi per l’acquisto di nuovi macchinari e software: il cambiamento più importante è la sparizione del superammortamento per acquisto di macchinari nuovi, reso possibile non oltre il 31/12/2018.

Anche per quanto riguarda l’iperammortamento sono state effettuate delle modifiche:

  • 270% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di Euro 
  • 200% per gli investimenti fra 2,5 e 10 milioni di Euro
  • 150% per gli investimenti fra i 10 e i 20 milioni di Euro
  • 140% per chi effettua acquisti di strumenti 4.0 previsti dalla legge 232/2016 (commi da 52 a 57).

Leggi l'articolo completo >

 

E la manutenzione? Parliamo di IPdM!

Hydac_manutenzione_predittivaL'IPdM, Intelligence Predictive Maintenance, è l'approccio alla manutenzione in linea con l'evoluzione 4.0 del mercato e con la digitalizzazione dell'oleodinamica. Perché la manutenzione è entrata nel dibattito sull'ottimizzazione dei processi produttivi?

Ne abbiamo parlato con Massimiliano Altomare, Product Manager divisione Filter System di HYDAC S.p.A. 

Le tecnologie abilitanti dell'Industria 4.0 trovano impiego nell'ambito della manutenzione industriale degli impianti oleodinamici come sostituzione dei componenti, revisione dei parametri dei macchinari e così via. 

Parlare di Manutenzione 4.0 e di Predictive Maintenance, quindi, significa creare macchinari e processi smart, predittivi e interconnessi. 

Leggi l'articolo completo > 

 

Manutenzione on condition: alcune soluzioni 4.0!

Hydac_anteprima_emergenza

Il metodo di manutenzione predittiva, di cui abbiamo appena parlato, si avvale dell'approccio on condition, ovvero della possibilità di monitorare in real time le condizioni del fluido idraulico grazie alla strumentazione elettronica per la misura delle grandezze relative allo stato del fluido e alla sua contaminazione

La digitalizzazione di questi strumenti è resa possibile grazie a un'interfaccia speciale che permette di connettere qualsiasi impianto oleodinamico tradizionale alla rete Ethernet dell'azienda, agevolando lo scambio e la ricezione di dati. In quest'ottica diventa fondamentale disporre di soluzioni smart, integrabili e inter-connettibili al proprio sistema-macchina. I carrelli di filtrazione Smart Evo firmati HYDAC sono un esempio di soluzione personalizzabile in tal senso.

Leggi l'articolo completo >

 

5G: tecnologia fondamentale per le reti aziendali

cover_modofluido_2-1

Che cos'è il 5G? Perché è così importante per lo sviluppo dell'IoT? Quali sono i vantaggi della sua adozione in agricoltura e nelle reti aziendali? 

Abbiamo cercato di rispondere a tutte queste domande, anche se il 5G è un paradigma in stadio embrionale, che si suppone sarà pronto a partire dal 2022. In sostanza, ogni dispositivo 5G potrà contare su 100 Megabit per secondo in download e 50 megabit per secondo in upload, con una latenza (il tempo di risposta fra il comando e la sua ricezione) di 4 millisecondi al massimo.

Il 5G sembra il futuro necessario per la nascita di una vera automazione industriale. Si pensa infatti che il 4G non potrà supportare a lungo le crescenti esigenze di traffico dati previste, sempre più intense grazie all'IoT e al Piano Industria 4.0. 

 

Leggi l'articolo completo >

 

Digitalizzazione dell'oleodinamica? Nelle parole di Massimo Sanelli il punto della situazione

industria-4.0

L'Ing. Massimo Sanelli, direttore generali di HYDAC S.p.A., ha raccontato che il settore dell’oleodinamica e dei suoi componenti non sia un comparto maturo, senza possibilità di crescita, ma anzi sia in grado di essere un precursore dell’innovazione tecnologica: oleodinamica 4.0, smart farming, efficienza energetica, ottimizzazione e miniaturizzazione degli impianti, condition monitoring e molto altro.

Dall'evoluzione dell'oleodinamica fino ad arrivare al 4.0, passando per l'elettroidraulica: l'Ing. racconta dei progressi in termini di efficienza energetica, ottimizzazione degli impianti, miniaturizzazione dei componenti oleodinamici, condition monitoring e una serie di novità. 

Leggi l'articolo completo >

 

Hydropower e Manutenzione 4.0: parola al responsabile HYDAC

shutterstock_1129542374-1

Le tecniche di manutenzione 4.0 sono fondamentali per ottimizzare i processi e per schedulare con precisione gli interventi manutentivi in funzione dell’effettivo utilizzo degli impianti. Andrea Pivato è il Responsabile HYDAC S.p.A. che conosce e affronta da oltre 15 anni le principali criticità e problematiche su questo tema.

Abbiamo parlato con lui di manutenzione 4.0 applicata al mondo dell'hydropower

Quali parti degli impianti sono maggiormente predisposte all’applicazione di strumenti per controllo da remoto? Il controllo da remoto è legato alle tematiche della manutenzione predittiva, nel suo settore quanto è sentita questa tematica? Qual è il vantaggio di dotare gli impianti di strumenti per il controllo e l’analisi dello stato dei fluidi? Scoprilo: leggi l'articolo completo >

 

Nerve: la piattaforma di TTTech per l'IIoT

cover_hydac

Il Nerve è una soluzione che strizza l'occhio all'IIoT e offre al mondo industriale, macchine utensili, impianti di processo e così via, la possibilità di diagnostica, monitoraggio e raccolta dati smart, oltre ad avere un’intelligenza computazionale a bordo.

Questa piattaforma industriale, sviluppata da TTTech in collaborazione con HYDAC S.p.A., opera su diversi livelli del classico modello piramidale di automazione col fine di raccogliere, visualizzare, analizzare ed elaborare dati di produzione a bordo macchina o da remoto nel massimo della sicurezza informatica.

Leggi l'articolo completo >

 

HYDAC KineSys: Motion Control & Edge Computing

cover_Kynesis

La divisione KineSys di HYDAC ha recentemente esteso l’offerta di drive elettroidraulici a velocità variabile per il motion control con il dispositivo di Edge computing KineSys Data+.

Di cosa stiamo parlando? Semplice: nell’era dell’IIoT anche l’oleodinamica è sempre più digitalizzata: i sistemi di motion control realizzati dalla divisione KineSys assicurano performance ed efficienza mentre, la digitalizzazione di questi sistemi, contribuisce al Life Cycle Cost Management(LCC) dei sistemi in ottica 4.0.

Leggi l'articolo completo >

 

Digitalizzazione dell'oleodinamica: un’intervista all’Ing. Ferrari di HYDAC

HYDAC_immagine_landing_sfondo

La digitalizzazione è ormai una realtà che non investe più soltanto gli aspetti sociali del nostro mondo, ma ha pervaso anche i settori industriali.

Al giorno d'oggi, anche le componenti dell'oleodinamica e in generale il comparto del fluid power stanno rinnovandosi proprio grazie alla spinta data da Industry 4.0. 

In questo articolo - intervista, l'Ing. Ferrari, responsabile UT di HYDAC Italia, racconta quali sono le direttrici di sviluppo del settore oleodinamico.  

Nello specifico, si parla di Life Cycle Cost Management, di una crescente sensibilità agli aspetti di sostenibilità e di efficienza energetica conseguibile attraverso la manutenzione del fluido idraulico.

Leggi l'articolo e guarda la video-intervista completa > 

 

 

Il trattamento del fluido idraulico

 

Normative per l'esercizio dei sistemi oleodinamici: una panoramica

cover_modofluidoAbbiamo parlato con l'Ing. Giuseppe Ferrari di HYDAC S.p.A. di Industria 4.0, e di come questa sia una grande opportunità anche per le componenti dell'oleodinamica. Accanto all’innovazione, però, vi è la legislazione: il quadro normativo a cui le aziende devono sottostare per garantire il regolamentare svolgimento delle attività necessita di essere messo in chiaro: cosa deve fare il datore di lavoro per essere in regola, e quali sono le apparecchiature e i sistemi da verificare? Parliamo di PED e di testo unico sulla sicurezza: leggi l'articolo completo >

 

Contaminazione del fluido idraulico: attenzione al pericolo guasto!

oleodinamica_tofuIl corretto trattamento del fluido idraulico, anche detto fluid carepromuove le tematiche dell'efficienza energetica e dell'ottimizzazione dei processi industriali, tipiche dell'industria 4.0. In tal senso si può, quindi, parlare di manutenzione 4.0 e, ancora una volta, di digitalizzazione dei componenti dell'oleodinamica.

È certamente noto come i guasti ai sistemi oleodinamici siano dovuti al 70% per problemi legati alle condizioni del fluido idraulico. Spesso, infatti, la presenza di contaminazione nel fluido idraulico (contaminazione liquida, solida, gassosa), dà origine a problemi che rendono necessario il flussaggio.  

La predisposizione di sistemi di filtrazione (filtri) e dei relativi strumenti di controllo (sensori) è alla base del corretto trattamento del fluido. Quali sono i contaminanti più comuni, e come difendersi? Leggi l'articolo completo >

 

Fluid care: come, quando e perché

Fluid Care HYDAC

Come abbiamo accennato, il 70-80% dei guasti agli impianti si può imputare alla contaminazione del fluido idraulico.

trattamenti prevedono:

- filtrazione del fluido 

- condizionamento del fluido

- misura e controllo dell'olio 

All'articolo completo troverai un approfondimento sull'elettronica di misura e controllo, le tecniche di condizionamento e alcuni consigli su filtrazione e flussaggio degli olii idraulici. 

Leggi l'articolo completo >

 

Manutenzione 4.0: le unità di filtrazione SMART

oleodinamica_bofuLa contaminazione del fluido idraulico è un problema da non sottovalutare, ma spesso non c'è la possibilità di poter smontare la apparecchiature per poter effettuare interventi di manutenzione. Ecco perché sono nate le unità di filtrazione portatili Smart di HYDAC! Queste trovano impiego in numerose applicazioni tra cui il trasferimento e la filtrazione di oli da fusti commerciali a serbatoi. Quali sono le caratteristiche di questi dispositivi? 

  • Soluzione di filtrazione portatile e interconnessa
  • Sistema componibile
  • Soluzione Smart per la manutenzione predittiva

Leggi l'articolo completo >

 

HYDAC: efficientamento energetico dei sistemi oleodinamici con azionamenti a velocità variabile

cover_ees_1

HYDAC S.p.A da anni produce soluzioni che, oltre a fornire i vantaggi tipici dell’oleodinamica tradizionale quali densità di potenza, modularità e robustezza, si rivelano piuttosto vantaggiose sul piano energetico. Tra queste vi sono gli azionamenti elettroidraulici a velocità variabile con controllo elettronico: prodotti compatti che integrano pompa a ingranaggi, motore asincrono o servomotore, inverter programmabile, bus di campo e sensoristica. Scopri di più: leggi l'articolo completo >

 

Caso Marcegaglia: ottimizzazione della manutenzione di un impianto con il Fluid Care

caso-studioMarcegaglia, impresa tra i leader mondiali nella trasformazione dell’acciaio e che possiede impianti dislocati in tutto il mondo, ha scelto di implementare soluzioni innovative per ridurre degli sprechi e accrescere il valore aggiunto del proprio sistema produttivo. Recentemente, Marcegaglia ha attivato un piano di manutenzione per il laminatoio Sendzimir dell’unità di Gazoldo degli Ippoliti (MN) con l’obiettivo di efficientare l’impianto e migliorare il prodotto finito. Con il supporto di HYDAC si è proceduto a un’attenta e necessaria analisi delle condizioni operative dell’olio, per poi concentrarsi sull’ottimizzazione della filtrazione con delle soluzioni ad alta efficienza e quella della portata delle pompe e il raffreddamento dell’impianto di lubrificazione nelle varie fasi di lavorazione.

Leggi l'articolo completo >

 

Controllo da remoto e manutenzione predittiva per l'Hydropower: le soluzioni HYDAC

cover_modofluido_ACome abbiamo già sottolineato, una buona condizione del fluido idraulico è il primo fattore per migliorare la vita utile dei componenti di un impianto oleodinamico. Il monitoraggio continuo del fluido idraulico aiuta a ridurre i costi di impianto del 30% e a diminuire l’impatto ambientale grazie ad un uso ottimizzato.

Pianificare gli interventi manutentivi può rappresentare un prezioso vantaggio nei circuiti idraulici di potenza e di lubrificazione presenti negli impianti hydropower dove le azioni di manutenzione potrebbero anche essere soggette a problematiche legate alla dimensione degli spazi. 

Per questo HYDAC ha sviluppato il FAM, Fluid Aqua MobileHydacLab e il software FluMoS: scopri queste tecnologie innovative, leggi l'articolo completo >

 

Cerchi qualcosa sul tema della digitalizzazione dell'oleodinamica e delle sue componenti, ma non l'hai trovata in questo articolo? Clicca il bottone qui sotto e contatta i nostri esperti! HYDAC è a disposizione per aiutarti ad ottenere il meglio dai tuoi processi produttivi. 

 

New Call-to-action