<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=703708&amp;fmt=gif">

5G: tecnologia fondamentale per le reti aziendali

29/01/2019 da HYDAC, pubblicato in Digitalizzazione dell'oleodinamica

5G: tecnologia fondamentale per le reti aziendali

Posted by HYDAC on 29/01/2019

Abbiamo già parlato di Internet of Things e Industrial Internet of Things: due paradigmi che consentono di connettere gli oggetti alla rete, ricavandone migliaia di informazioni utili e contestualizzate. L’ambiente di nascita dei cosiddetti “Big Data” e il punto di partenza per lo smart farming.


L’attuale rete 4G, però, non può far fronte all’aumentare progressivo di informazioni collezionate con l’IoT: in questo articolo si parla del 5G e della sua importanza per le reti aziendali.

 

Industria 4.0

 

Che cos’è la rete 5G?

La rete 5G, in vigore dal 2022, consentirà una connessione ad altissima velocità. Ogni dispositivo 5G potrà contare su 100 Megabit per secondo in download e 50 megabit per secondo in upload, con una latenza (il tempo di risposta fra il comando e la sua ricezione) di 4 millisecondi al massimo.

Ma il 5G è molto più di una connessione veloce: è fondamentale per raccogliere le informazioni, per garantire efficienza e innovazione ai settori industriali. Il 5G è il futuro necessario per la nascita di una vera automazione industriale. Lo scenario attuale, infatti, prevede che in pochi anni il 4G non sarà più in grado di supportare le crescenti esigenze di traffico dati previste. L’aumento di questo traffico, sempre crescente, potrà causare una paralisi della rete.  È quanto emerso nello studio “A Playbook for Accelerating 5G in Europe”, di Boston Consulting.

 

Perché il 5G è così importante per lo sviluppo dell’IoT?

Come abbiamo scritto, l’attuale rete 4G andrà presto saturandosi e limiterà lo sviluppo dell’IoT. Il 5G è un passo in avanti per l’ecosistema dell’internet delle cose: la nuova rete mobile consentirà la connessione di un numero di device molto più elevato, ma anche prestazioni più performanti che consentiranno un utilizzo maggiore di droni e robot.

Grazie al nuovo standard, inoltre, i dispositivi potranno connettersi a Internet senza utilizzare il Wi-Fi, quindi in assenza di una linea fissa: un vantaggio importante per i veicoli a guida autonoma.

 

Il 5G nell’agricoltura

Tra i settori che saranno rivoluzionati dal 5G c’è quello agricolo, dove la trasformazione digitale è già in corso ma in cui il nuovo standard potrà dare un impulso decisivo all’innovazione. La connessione 5G sarà in grado di supportare il “massive IoT”, l’acquisizione e gestione di un’enorme mole di dati necessari per tenere sotto controllo le colture, monitorare nel dettaglio il meteo, l’operatività dei macchinari e numerose altre azioni mirate. Partendo dal fatto che le coltivazioni e i macchinari agricoli usati nei campi possono essere dotati di sensori, i quali trasmettono via cloud una gran mole di dati, si può arrivare ad ottenere una serie di vantaggi: dalla diminuzione dell’utilizzo di pesticidi fino alla razionalizzazione delle risorse, raggiungendo un significativo aumento della qualità e della quantità dei raccolti. La qualità delle connessioni è quindi al centro delle possibili innovazioni: se molto si può già fare con il 4G, la prospettiva del 5G aumenta di gran lunga la visuale, lasciando intendere la costruzione di trattori e macchine agricole sempre più autonome e comandate da remoto. Per approfondire questo tema si leggano le soluzioni HYDAC e TTControl per la gestione dei mezzi da remoto: ”TTConnect Wave e TTConnect Cloud Service: le soluzioni HYDAC per connettere i mezzi al cloud”.

 

Il 5G per le reti aziendali

Le aziende hanno grandi aspettative per il 5G: come abbiamo accennato, si parla di una rete studiata soprattutto per le applicazioni in campo industriale, per garantire una maggiore efficienza e una migliore connettività di tutti i dispositivi. I settori industriali in cui è utilizzabile sono molteplici, uno su tutti l’automotive.

Da un lato, infatti, il 5G porterà connettività iper-capillare, consentendo di collegare migliaia di oggetti, mentre dall’altro richiederà lo sviluppo del MEC (Mobile Edge Computing).

Ma quali sono i benefici che attendono le imprese? Il primo riguarda le applicazioni digitali e i servizi sicuri, personalizzati e a costi competitivi, che sfruttano un modello di deployment più distribuito rispetto a quello attualmente disponibile. Il secondo è un vantaggio derivante da tecnologie 5G e MEC combinate a un modello open source, per rendere possibili applicazioni innovative come Augmented e Virtual Reality, IoT, intelligenza artificiale e machine learning.


In conclusione, il pacchetto di tecnologie che prende il nome di 5G ha la capacità di espandere in modo sostanziale la capacità della rete e di abbassarne il costo,

Questo è il risultato di due fattori: la capacità della tecnologia 5G di utilizzare molto più spettro (centinaia di megahertz al posto di decine di megahertz) e nuove tecnologie che insieme possono aumentare di sette volte la capacità rispetto all'attuale configurazione 4G. Un beneficio importante per tutte le aziende che intravedono nei Big Data un grande potenziale di sviluppo.

 

Per saperne di più leggi "Digitalizzazione dell'oleodinamica: la guida completa" e se vuoi avere più informazioni in merito alla rivoluzione industriale in atto clicca sul bottone qui sotto e ottieni il nostro report: “Industria 4.0: un vantaggio per gli utilizzatori finali, una sfida per i costruttori”.

 

Industria 4.0