<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=703708&amp;fmt=gif">

Giornata mondiale del vento: l'importanza dell'energia eolica


Giornata mondiale del vento: l'importanza dell'energia eolica

Posted by Redazione on 16/06/2022

Come ogni anno a partire dal 2007, il 15 Giugno si celebra la Giornata Mondiale del Vento o Global Wind Day: un’iniziativa di sensibilizzazione a livello internazionale sulle tematiche di vento ed energia eolica, una fonte energetica pulita ed inesauribile.

In occasione di questa ricorrenza abbiamo fatto il punto della situazione sul settore eolico.

Parliamo di:

Transizione energetica e fonti rinnovabili? Clicca il bottone qui sotto e ottieni l'approfondimento completo con i macro trend dell'impiantistica industriale!

Transizione energerica

 

Giornata mondiale del vento 2022: facciamo il punto sul settore eolico

La giornata mondiale del vento è una ricorrenza organizzata dall’European Wind Energy Association (EWEA) e dal Global Wind Energy Council (GWEC), in collaborazione con associazioni nazionali e società dei diversi Paesi coinvolte nella produzione di energia eolica. In Italia questa giornata è promossa da ANEV, l'Associazione Nazionale Energia del Vento, che rappresenta le imprese di categoria ed è promotrice dell’energia eolica in un rapporto equilibrato tra insediamenti e natura. Il 15 giugno è stata un’occasione per porre l’attenzione sull'eolico e riflettere su un settore in costante crescita con un ruolo in primo piano nella energy transition, verso forme di energia pulita.

 

 


Secondo quanto riportato da Simone Togni, presidente dell’ANEV:

L'eolico è la fonte di energia rinnovabile che maggiormente è cresciuta negli ultimi anni e che contribuisce a combattere il cambiamento climatico e a ridurre le emissioni di CO2 a livello globale.

Tra le fonti rinnovabili, infatti, l’energia eolica è quella con la minore impronta di carbonio e con un impatto ambientale ridotto. Il vento ha un ruolo importante in ottica della transizione energetica e della decarbonizzazione.

I dati pubblicati dall’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA), relativamente all’anno 2021, mostrano una costante crescita delle rinnovabili a livello globale. La capacità di generazione di energia rinnovabile nel mondo è arrivata a 3.064 GW con un aumento del 9,1% rispetto al 2020. Nel rapporto “Renewable Capacity Statistics 2022” elaborato da IRENA, che presenta una fotografia aggiornata sulla diffusione delle fonti rinnovabili a livello globale, si mostra come solare ed eolico (compreso l'eolico offshore) detengano il primato per nuove installazioni. Nello specifico, la capacità di generazione rinnovabile dal solare è aumentata del 19%, seguita dall’eolico, con un aumento del 13%.

Riuscire ad avere un giusto mix zonale tra una fonte e l’altra sarà un valore aggiunto per l’intero sistema elettrico del Paese.

Eolico offshoreIn Italia l’eolico risulta al centro degli investimenti nelle rinnovabili del PNRR, almeno nelle intenzioni. Nel 2021 la capacità produttiva di energia eolica in Italia è stata di 11.276MW. Tuttavia, mostra una crescita inferiore rispetto ad altri Paesi europei. Lo riporta ANEV, sottolineando che il tasso di crescita delle nuove installazioni nel 2021 è stato del 13% a fronte di una crescita del 14% nel 2020. L’Italia sembra procedere più a rilento nella direzione dell’eolico, soprattutto se si tratta di parchi eolici offshore, basti considerare che il primo ed unico impianto eolico in mare è stato inaugurato a Taranto nel 2022.

In questo contesto risulta necessario mobilitare la volontà politica affinché si acceleri nella produzione di energia eolica. Per far sì che questa venga mantenuta e aumenti è necessario preservare l’efficienza dei parchi eolici installati e quindi consentire e facilitare il repowering di quelli esistenti. In questo modo è possibile potenziare parte di un impianto eolico esistente aumentandone la producibilità.
Oggi si sono aperte nuove prospettive che sono anche derivate dalla revisione degli obiettivi del Fit for 55% e questo lascia uno spazio alle applicazioni marine dell’offshore che hanno raggiunto una capacità industriale matura per contribuire a questi obiettivi. Gli impianti di eolico offshore possono contribuire nell’accelerazione verso il raggiungimento dei target al 2030.

 

Giornata mondiale del vento: protagoniste le turbine eoliche

Le turbine eoliche, gergalmente chiamate pale eoliche, sono dei capolavori di ingegneria. Tra le tipologie più comuni ritroviamo l'aerogeneratore ad asse orizzontale che si compone di navicella e rotore, tendenzialmente con 3 pale all'estremità. Esistono anche turbine eoliche ad asse verticale, meno diffuse a causa di problemi di resistenza dell'aria. Oggi il mix energetico globale necessita di essere riequilibrato e richiede turbine eoliche sempre più efficienti in grado di funzionare in ambienti più difficili, sia onshore che offshore

Secondo gli esperti, adottare iniziative volte all’aggiornamento degli impianti esistenti eolici, attraverso interventi di repowering o revamping, permetterebbe all’Italia di raggiungere quasi metà degli obiettivi previsti dal PNIEC entro il 2030. Si calcola infatti che oltre il 15% delle centrali eoliche in Italia abbiano più di 15 anni di vita.

In questo contesto l’esperienza di HYDAC nel comparto eolico ha permesso di verificare come l’adozione di tecnologie già esistenti permettano di rendere più efficienti gli attuali impianti. Questa tematica è il fulcro del webinar di HYDAC per l’Energy Week che si è tenuto proprio il 15 giugno 2022 in occasione della giornata mondiale del vento.
Parlando di sostenibilità applicata all’oleodinamica, Carlo Di Martino, Sales engineer Area Sud di HYDAC ha presentato Un caso reale di efficientamento di una turbina eolica. Manutenzione pala eolica

In conclusione, la Giornata mondiale del vento è stata un’occasione per sottolineare l’importanza di questa fonte energetica e come resti una componente indispensabile e sempre più importante nel mix energetico delle fonti rinnovabili.

 

Clicca qui sotto e rimani aggiornato sulle ultime novità della transizione energetica con la nostra newsletter!

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER