<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=703708&amp;fmt=gif">

Agrivoltaico: il connubio tra energia e agricoltura


Agrivoltaico: il connubio tra energia e agricoltura

Posted by Redazione on 26/07/2021
Secondo i dati di Legambiente, per raggiungere la transizione energetica l'energia fotovoltaica da sola deve arrivare a soppiantare almeno il 60% dell’attuale generazione da fonti termiche fossili, arrivando così ad una produzione di 100 TWh: risultato possibile ma sfidante poiché per ottenerlo è necessario moltiplicare per 5 l’attuale potenza installata.

La convivenza tra fotovoltaico e produzione agricola è alla base di un nuovo delivery model che si sta consolidando sempre più nel settore: l'agrivoltaico.

Questo articolo è un approfondimento dedicato all'agrivoltaico: capiremo cos'è e quali sono i benefici per le aziende agricole.

 

Transizione energetica e fonti rinnovabili? Clicca il bottone qui sotto e ricevi il documento aggiornato!

Transizione energerica

 

Indice: 

Agrivoltaico: che cos'è?

Con il termine agrivoltaico si intende la perfetta combinazione di pannelli solari e impianti su terreni agricoli. Questo modello prevede l'abbinamento delle colture con pannelli fotovoltaici, installati ad un'altezza tale da consentire il passaggio delle macchine agricole sottostanti. Un tipico sistema solare agrivoltaico è costituito da pannelli solari montati a terra con colture piantate sotto o tra le file di pannelli solari. I pannelli devono quindi essere installati su supporti sufficientemente alti da consentire il passaggio di attrezzature agricole al di sotto.

In breve, la tecnica agrovoltaica è un sistema di produzione energetica sostenibile che permette alle aziende agricole di generare energia pulita mentre coltivano i loro terreni.

L'agrivoltaico rappresenta un passo in avanti rispetto ai tradizionali impianti fotovoltaici in termini di una maggiore sostenibilità ambientale, compatibilità con i sistemi di raccolto e tutela del paesaggio. L'approccio agrivoltaico permette una produzione di energia solare in modo eco-sostenibile soddisfando tre fondamentali necessità del vivere umano: il bisogno di energia, l’utilizzo del territorio e delle sue risorse, le produzioni agricole

Agrivoltaico: i benefici attesi

Questo metodo combina la generazione di energia solare con l'agricoltura tradizionale su un terreno agricolo comune; per le aziende agricole i vantaggi dell'agrivoltaico sono riassumibili come segue:

  • Contributo all'innovazione aziendale: l'agrivoltaico può infatti contribuire a favorire l’orientamento produttivo alla qualità del prodotto e al miglioramento ecologico del paesaggio agrario attraverso l'adozione dell’agricoltura di precisione o della conversione a biologico.
  • Minori rischi rispetto all'agricoltura tradizionale: nell'agricoltura tradizionale la qualità del raccolto o il rischio di perdita del raccolto è fortemente dipendente dalle condizioni meteorologiche. Ad esempio, dovrebbe esserci la giusta quantità di sole combinata con buone piogge e una certa resistenza a tempeste, forti venti ecc. affinché un terreno agricolo dia una buona resa. Il sistema agrivoltaico risolve parte dei problemi climatici. Un esempio, in questo contesto, è che le colture possono beneficiare della copertura dei pannelli contro la grandine, mentre nell'agricoltura tradizionale bisognerebbe installare reti o altre coperture. 
  • Maggior efficienza dei pannelli solari: secondo un esperimento condotto presso l'Università dell'Arizona, le colture gestite con un sistema agrivoltaico forniscono un effetto di raffreddamento ai pannelli solari, rendendoli quindi più efficienti. I pannelli forniscono anche una disposizione di ombreggiatura alle piante riducendo la loro perdita di evaporazione, che a sua volta riduce l'acqua richiesta dalle colture.
  • Migliore produttività rispetto all'agricoltura tradizionale:dagli studi condotti dal For Solar Energy Systems del Fraunhofer Institute si evidenzia che i sistemi agrivoltaici aumentano la produttività del terreno fino al 60%. Nello schema a seguire vengono illustrati due scenari: nel primo la produzione fotovoltaica e la quella agricola vengono effettuate su terreni separati. Nel secondo, l'installazione fotovoltaica è condivisa con la piantagione di colture portando a un aumento della produttività del 60%.

Agrivoltaico benefici

PAC: le agevolazioni per l'agrivoltaico

 

Come abbiamo già descritto nell'articolo "PAC e Mother Regulation: le normative per il settore agricolo", la nuova PAC che sarà in vigore a partire dal 2023 prevede una forte attenzione della futura politica agricola comune all'incentivo dell'utilizzo e produzione dell'energia da fonti rinnovabili. In linea con gli obiettivi esposti nella PAC, l'attuazione di soluzioni agrovoltaiche può consentire di promuovere lo sviluppo rurale al contempo agevolando la diffusione di fonti di energia rinnovabili, in termini di:

  • dare vita ad aziende agricole ad impatto zero;
  • rendere il settore agricolo un capo saldo verso la decarbonizzazione dell'UE;
  • creare comunità agro-energetiche per distribuire benefici economici ai cittadini e alle imprese agro-energetiche del territorio.

L'agrivoltaico ben sottolinea il nesso tra agricoltura e transizione energetica: l'Unione Europea nell'agevolare questa forma di agricoltura può configurarsi come leader nella ricerca e messa a punto di soluzioni intelligenti che guidano il pianeta verso la produzione di energia pulita e di un'agricoltura sostenibile.

 

Transizione energetica e fonti rinnovabili? Clicca il bottone qui sotto e ricevi il documento aggiornato!

Transizione energerica