<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=703708&amp;fmt=gif">

Off Highway Vehicles, stop alla contaminazione: dal collaudo al service

22/02/2021 da HYDAC, pubblicato in Condition Monitoring

Off Highway Vehicles, stop alla contaminazione: dal collaudo al service

Posted by HYDAC on 22/02/2021

Conoscere, misurare e controllare i livelli di contaminazione è una prassi ormai diffusa e che rientra nella più ampia filosofia che HYDAC promuove da anni di Oil Monitoring, Cleanliness & Maintenance. La correlazione tra contaminazione, danni e usura dei componenti è una problematica sempre più sentita e riconosciuta dai costruttori che richiedono elevati standard qualitativi ai propri veicoli. La pulizia dell'olio idraulico diventa quindi un fattore molto importante per allungare la vita utile dei propri mezzi sin dalla prima messa in servizio.  

Le unità di filtrazione portatili UP nascono per rispondere a queste necessità e, essendo estremamente personalizzabili, in virtù dell’ambiente di lavoro o della tipologia di macchina, trovano molteplici applicazioni anche per gli off-highway vehicles e possono essere anche 4.0: dai mezzi per l'agricoltura, il movimento terra, construction, etc... Ad esempio, per effettuare un flussaggio durante il collaudo o il lavoro in campo di un mezzo agricolo è possibile dotarle di attacco speciale per terzo punto posteriore.

Perché e come è possibile impiegare questi sistemi in ambito macchine mobili e in particolare qual è la novità per l’agricoltura? Approfondiamo la questione con Luca Tibiletti, Responsabile Agricultural MachinesHYDAC S.p.A

In questo articolo parleremo di:

 

New call-to-action

 

Perché: la contaminazione del fluido idraulico negli off-highway vehicles

Luca-TibilettiLa prima accensione di un veicolo e il successivo collaudo rappresentano il momento più critico della vita di una macchina. Non è insolito assistere in questa fase a rotture o perdite di prestazioni dovute alla contaminazione del fluido idraulico. Cosa accade? Nella prima messa in opera di un veicolo e durante il rodaggio, vengono sempre rilasciate particelle di contaminante generate dagli attriti delle parti meccaniche dell’impianto idraulico.

Così i diversi componenti, anche se di elevata qualità e ben puliti, soprattutto nei loro primi impieghi, possono essere sia la fonte che il veicolo di contaminazione per l’impianto.

Vale la pena ricordare che, durante le prime ore di accensione del mezzo, il contaminante che si accumula nei filtri riduce sempre la vita utile degli stessi!

Cosa: la soluzione per gli off-highway vehicles in breve

Per risolvere questo problema HYDAC ha sviluppato delle unità di filtrazione avanzate, connesse e totalmente personalizzabili che vanno dalle versioni più semplici, dedicate alla semplice filtrazione del fluido, a quelle più complesse che svolgono in modo totalmente automatico funzioni di filtrazione, controllo contaminazione e tenuta in pressione e possono essere dotate di sistemi per la gestione dei dati acquisiti, l’archiviazione o la stampa immediata.

Carrello di filtrazione Aries 4.0Esempio di Unità Portatile completo 

Le UP trovano impiego nel collaudo di macchine agricole, non solo a fine linea di montaggio, e si prestano anche al collaudo di singoli componenti come i serbatoi, sollevatori e parti integranti dell’impianto idraulico della macchina. Alcune versioni progettate ad hoc possono agganciarsi alla macchina ed essere impiegate anche durante il collaudo dinamico del mezzo in campo come vedremo in seguito.

Parliamo, dunque, di una soluzione standard ma nata per essere flessibile che dispone di una varietà di configurazioni che la rendono totalmente personalizzabile. Le unità di filtrazione sono progettate per essere implementate in virtù delle necessità di impiego e/o della applicazione finale: ad esempio su carrelli dotati di plc è possibile connettere i carrelli in rete e, di conseguenza, renderli idonei al piano Industria 4.0. Scopri qui le unità di filtrazione smart pensate per la manutenzione 4.0.

Come: le caratteristiche tecniche delle unità di filtrazione UP

Le unità di filtrazione portatili UP di HYDAC, come anticipato, nascono per essere flessibili e personalizzabili.

Sono equipaggiate con pompe di flussaggio con portate dai 20 ai 100 l/min e filtri off-line o in pressione ad alte prestazioni e, qualora necessario, possono essere dotate di serbatoio a bordo fino a 200 litri.

È sempre possibile installare sistemi per il controllo della contaminazione solida dell’olio secondo le norme ISO 4406 e NAS 1638, e/o sensori di rilevazione e controllo dei livelli percentuali di acqua disciolta nell’olio, oltre ai moduli per la rilevazione della presenza di particelle metalliche magnetiche. 

 

Focus sulle caratteristiche di connettività delle unità di filtrazione UP

20210113_134913_resized

Le UP oltre a garantire elevati livelli di pulizia si configurano anche come soluzioni smart e 4.0.

I dati delle prove di flussaggio vengono storicizzati nella memoria locale del PLC macchina e, opzionalmente, su uno spazio server dedicato, rendendone possibile la consultazione e la generazione di data report personalizzati.

La macchina può inoltre interfacciarsi con il sistema di fabbrica, essendo dotata di un indirizzo IP, permettendo quindi la sua integrazione con i sistemi MES aziendali. 

Queste e altre caratteristiche, come la possibilità di controllo remoto e teleassistenza mediante VPN, rendono le unità di filtrazione portatile UP di HYDAC perfettamente rispondenti ai requisiti di conformità Industry 4.0, con possibilità di accesso ai relativi sgravi fiscali
In questa intervista abbiamo approfondito le opportunità e i vantaggi della connettività per le macchine mobili. 

     

La novità: flussaggio dinamico nel collaudo dei mezzi agricoli in campo

IMG_20171120_133103Alcuni modelli di filtrazione UP sono stati progettati da HYDAC appositamente per macchine dotate di terzo punto posteriore. Ciò permette di abbassare il livello di contaminazione dell’olio idraulico con la macchina in movimento e con pressioni di lavoro fino a 350 bar: direttamente on field.

Questi moduli di filtrazione e controllo contaminazione plug&play, agganciabili direttamente al distributore del trattore, filtrano l’olio in modo dinamico e in pressione mentre la macchina percorre il tragitto di collaudo che può avvenire sia su strada che in campo, svolgendo tutte le funzioni per cui il mezzo è stato progettato.


Questo consente di ottenere un elevato livello di pulizia dell’olio idraulico e una maggior durata nel tempo: una maggior vita utile dei filtri idraulici e dei componenti a bordo. Ecco per te una panoramica sulla filtrazione e l'oil cleanliness oppure, scopri le più innovative applicazioni messe a punto per gli advanced vehicles

 

Le nuove UP sono una delle soluzioni di light design heavy performance di Hydac,
vuoi ottimizzare l'oil condition monitoring and cleanliness per il tuo veicolo?  
Richiedi subito la consulenza di un esperto e trova il sistema più adatto!

Contattaci Oil Condition Monitoring