<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=703708&amp;fmt=gif">

Integrazione tra Sensing e Processing: la sensoristica smart di HYDAC

13/03/2020 da HYDAC, pubblicato in Digitalizzazione dell'oleodinamica

Integrazione tra Sensing e Processing: la sensoristica smart di HYDAC

Posted by HYDAC on 13/03/2020

L'automazione dettata da Industria 4.0 ha ridefinito la produzione globale e il panorama industriale, con le tecnologie per la sensoristica al centro della scena in una moltitudine di applicazioni industriali.

In questi ultimi anni, la sensoristica ha assunto una funzione strategica importante che è stata determinata da due importanti direttrici: la prima è quella della ricerca forte e continua dello sviluppo dell’elettronica e delle tecnologie informatiche. La seconda direttrice è quella che si sta delineando per rispondere alla continua richiesta di automazione di processi produttivi ed il conseguente controllo di processo nei sistemi di impresa.

La crescente domanda di qualità ed efficacia ha portato, quindi, allo sviluppo di sensori intelligenti che rappresentano un considerevole aggiornamento rispetto ai sensori standard, poiché consentono la raccolta automatizzata dei dati di campo e tassi di errore notevolmente ridotti. I sensori smart, nell'ambito dei prodotti per l'automazione industriale, sono la chiave per un sistema produttivo performante, efficiente e flessibile, come abbiamo raccontato anche all’articolo “Sensori smart di HYDAC: da tendenza di settore a necessità strategica”. 

In questo articolo si offre una panoramica delle soluzioni tecnicamente avanzate proposte da HYDAC per una comunicazione industriale efficiente: la gamma di sensori e strumenti di misura, i sensori, i trasduttori di pressione e temperatura.

 

New Call-to-action


Cosa offre la gamma sensori smart di HYDAC?

HYDAC dispone di una vasta gamma di sensori e strumenti di misura, dotati dei più noti protocolli di comunicazione in ambito industriale e per le più svariate applicazioni nel settore oleodinamico ed elettroidraulico.

Grandezze di interesse come pressione, temperatura, portata, livello dell’olio e distanza-spostamento sono misurate mediante unità di acquisizione dati quali sonde, trasduttori e sensori.

Nella gamma HYDAC, questi sono disponibili sia nella versione “standard” con segnale analogico 0-10V o 4-20mA che nella versione “smart”, da intendersi come l’integrazione di una parte “sensing” per l’acquisizione dei dati con una di “processing” per l’elaborazione degli stessi.

Lo smart sensing è reso possibile grazie all’impiego di specifici protocolli di comunicazione industriale e particolari tecnologie abilitanti.

 

Con quali protocolli comunicano i sensori di Hydac e quali supportano la smart factory?

Il protocollo di comunicazione CAN-Open, adottato in molti sensori HYDAC, trova diffuso impiego perchè permette la trasmissione di un segnale robusto, affidabile e immune ai disturbi. I messaggi trasmessi ciclicamente o aciclicamente mediante tale protocollo sono rigidamente strutturati in modo da contenere, oltre le informazioni di misura, messaggi di diagnostica e di errore.

L’implementazione della tecnologia IO-Link nella sensoristica di HYDAC, che per sua natura permette una comunicazione bidirezionale point-to-point con le unità di controllo, non solo riduce la complessità delle operazioni di diagnostica, ma ottimizza anche il programma di manutenzione delle macchine, permettendo di risparmiare sui costi e di massimizzare l'efficienza sul lungo termine apre le vie alla digitalizzazione.

I trasduttori di pressione e temperatura HYDAC sono altresì disponibili nella versione con protocollo HART (Highway Addressable Remote Transducer), quale standard di comunicazione aperto per la trasmissione bidirezionale di informazioni digitali sovrapposte senza interferenza al segnale analogico, permettendo di gestire in maniera remota lettura di variabili e diagnostica oltre alla configurazione parametrica del sensore.

 

Il sensore: protagonista nella trasmissione di informazioni aggiuntive e ad hoc

Di forte interesse, in un’ottica di cost savings e downsizing, sono i combination sensors, in grado di misurare più grandezze mediante una sola unità di acquisizione dati.

Oltre che l’informazione relativa alla misura intrinseca della grandezza, il sensore può fornire informazioni aggiuntive se opportunamente connesso ad altri componenti oleodinamici.

Ad esempio, un pressostato differenziale inserito tra monte e valle di un filtro fornisce una misura, seppure indiretta, del grado di intasamento di questo, oppure, inserito tra monte e valle della massa radiante di uno scambiatore, è indice di ostruzione idraulica della piastra; come anche un trasduttore di pressione inserito nel lato azoto di un accumulatore è indice della precarica di questo.

In particolare, gli accumulatori oleo-pneumatici sono tra i componenti che più necessitano di dispositivi di controllo e sicurezza, pre-allarmando l’utente in merito a guasti e potenziali fermo macchina. Il dispositivo BIS che monitora lo stato della sacca, in caso di rotture della stessa, informa il sistema con un allarme.

Nel caso degli accumulatori a pistone, invece, sensori di posizione a ultrasuoni verificano che l’accumulatore stia performando secondo i parametri di progetto e, in alternativa, possono essere impiegati i sensori di posizione laser. Questi dispositivi, in un’ottica di retrofitting, trovano impiego anche in impianti già avviati perché montati esternamente.

Nella gamma elettro-idraulica rientrano, inoltre, trasduttori di pressione, portata, temperatura con approvazione ATEX, IECEx, cCSAus, e disponibili con protocollo HART e Io-Link.

Sensori Smart HYDAC

 

In conclusione, esiste una domanda costante di automazione nei processi industriali critici, a causa dell'attuale progresso tecnologico che richiede l'adozione di prodotti e soluzioni tecnicamente avanzati come i sensori intelligenti: la sfida per le aziende è quella di raccogliere una gran quantità di dati e poterli gestire per monitorare i processi produttivi e prendere decisioni migliori. HYDAC ha raccolto la sfida e propone soluzioni innovative in accordo con il paradigma di Industria 4.0. Per una panoramica completa sul tema si invita alla lettura di: "Meccatronica, oleodinamica e automazione industriale: scopri il futuro."

 

 

Vuoi saperne di più in merito alle soluzioni di HYDAC?
Clicca sull’immagine qui sotto e contatta i nostri esperti!

 

New Call-to-action